CONDIVIDI
17 Ottobre 2022

L’energia apre le porte ai tecnici

Le figure più richieste e le retribuzioni offerte dal settore in un’analisi di Hunters group
Caccia ai profili esperti in efficientamento e rinnovabili

di Fabrizio Milazzo 

Crescono le opportunità professionali nei settori legati all’efficienza energetica, in particolare nella realizzazione e gestione di impianti fotovoltaici. In un’epoca storica in cui la sostenibilità delle fonti e la tutela dell’ambiente assumono una rilevanza particolare, si aprono nuove possibilità di occupazione per i profili tecnici specializzati. Anche alla luce della recente conversione in legge del Decreto Energia che prevede specifiche misure a favore dello sviluppo degli impianti alimentati da fonti rinnovabili. Ad evidenziare tale scenario è il focus curato da Hunters Group, società di ricerca e selezione di personale qualificato.

«Il settore è in grande fermento e, dal nostro osservatorio, vediamo una crescita del 18% rispetto al 2021 di professionisti con spiccate competenze tecniche che siano in grado di seguire tutte le fasi di sviluppo dei nuovi progetti e nella conseguente realizzazione e attivazione dei vari impianti» sottolinea Silvia Movio, Director della divisione tecnica di Hunters, brand di Hunters Group.

In particolare, i profili professionali più ricercati provengono da ambiti molto vicini al fotovoltaico ma sono interessanti per le aziende anche i candidati che si occupano di sviluppo nel settore immobiliare, soprattutto legato alle grandi superfici. Si tratta, principalmente, di profili che crescono in multinazionali e che si assumono responsabilità importanti già nei primi anni di carriera.
Tale tipologia di professionisti ha ottime opportunità anche nel settore Energy.

Profili che hanno solitamente background ingegneristico, civile o ambientale, o economico. La retribuzione annua lorda per i candidati con 2 o 3 anni di esperienza si aggira intorno ai 30 – 35 mila euro, a cui si aggiungono bonus e benefit aziendali. La disponibilità a viaggiare e la conoscenza di almeno una lingua straniera sono requisiti molto importanti.

In dettaglio, tra i profili più ricercati vi è quello del Business Developer, solitamente inserito all’interno della direzione innovazione e sviluppo, si occupa di definizione e gestione degli aspetti tecnico- progettuali necessari al corretto inserimento degli impianti fotovoltaici nel territorio. Tra i suoi compiti, quelli di gestire e coordinare fornitori/stakeholder e monitorare l’evoluzione della normativa di settore. Nella maggior parte dei casi, ha in tasca una laurea in ingegneria e una conoscenza di base degli step dell’iter autorizzativo e della relativa documentazione. La retribuzione annua lorda è solitamente compresa tra i 40 mila e i 50 mila euro.

Altrettanto richiesta è la figura del Technical Operation Energy che si occupa della gestione degli impianti a fonti rinnovabili, con focus sugli aspetti tecnico – amministrativi, relativi in particolare ai rapporti con il GSE, con le autorità e con gli enti che hanno rilasciato le autorizzazioni. Assicura la conduzione degli impianti nel rispetto delle regole per il mantenimento degli incentivi e delle prescrizioni autorizzative e collabora nella gestione degli adempimenti, incluse le pratiche di connessione con il gestore della rete elettrica. Il range retributivo è compreso tra i 30 mila e i 40 mila euro lordi all’anno.

Infine, altro ruolo di rilievo è quello ricoperto dall’Asset Manager, figura professionale di riferimento alla direzione tecnica che, nella maggior parte dei casi, possiede una laurea in ingegneria elettrica, civile, ambientale, gestionale o equivalenti. Deve possedere spiccate doti di leadership, esperienza in cantiere, capacità di lavorare in team e ha maturato una esperienza di 5 – 7 anni. Si occupa di garantire il rispetto degli indicatori di performance definiti per i vari impianti ed esegue il monitoraggio costante di tutte le componenti principali di impianto. Implementa il piano degli investimenti definiti nel rispetto delle tempistiche e dei costi e fornisce il supporto specialistico anche nella progettazione, dimensionamento elettrico ed aggiornamento della documentazione tecnica. In questo caso, la RAL è compresa tra i 45 mila e i 55 mila euro. 

 

→ Leggi l’articolo su Italia Oggi Sette! 

 

Leggi anche: 

Hunters Group – Efficienza energetica e opportunità professionali: le figure che faranno la differenza nel fotovoltaico

Efficienza energetica e opportunità professionali: le figure che faranno la differenza nel fotovoltaico

Green Jobs: le professioni più ricercate nel fotovoltaico

→  Il blog di Hunters Group: news dal mercato, consigli sul lavoro, notizie sulla vita aziendale

FANNO PARTE DI HUNTERS GROUP

© 2022 Hunters Group S.r.l. | Via Giovanni Boccaccio, 29 – 20123 Milano | [email protected] | T: +39 02 2951 1023 | C.F. / P.I. 03287420610 | Aut. Min. Lav. 13/I/0013737 | REA MI 1871137 | Credits by Bryan