CONDIVIDI
07 Settembre 2022

Vita da manager: manager per sport… e viceversa

Di Simona Gelosa

È vero che grazie allo sport maturano skill manageriali, ma è anche vero che grazie all’allenamento quotidiano e costante in azienda, si migliora sui campi da gioco. Ecco come trarre il meglio dalle due esperienze.

Cosa hanno in comune Lidia Cirillo (amministratore delegato di Leo Pharma Manufacturing Italia), Giampaolo Grossi (director & general manager di Starbucks Reserve Italy), Alessandro Grosso (managing director di Jeep Italia), Giovanni Lorino (managing director di Kone Italy), Lorenzo Montanari (Ceo e direttore generale di Avvera, Gruppo Credem Banca) e Massimo Roj (Ceo & founder di Progetto Cmr)?

Hanno tutti percorsi professionali brillanti e guidano importanti aziende del panorama nazionale e internazionale, certo. Ma c’è un altro elemento che li accomuna: sono tutti sportivi. Ed è vero che
lo sport fa bene al management, ma è vero anche che l’aiuto è reciproco: proprio grazie all’allenamento quotidiano e costante in azienda, sono riusciti a migliorarsi anche sui campi da gioco.

 È POSSIBILE TRASPORRE LE COMPETENZE MANAGERIALI MATURATE IN AZIENDA A VANTAGGIO DELLE PROPRIE PASSIONI

«Stiamo vivendo – dichiara Joelle Gallesi, managing director di Hunters Group, società di ricerca e selezione di personale qualificato che ha organizzato l’evento Lavoro & Sport: come trasporre le competenze manageriali maturate in azienda a vantaggio delle proprie passioni un periodo molto particolare, caratterizzato dal diffondersi del lavoro ibrido e dalla necessità di conciliare sempre meglio vita professionale e vita privata, ma anche dalle grandi dimissioni. C’è un dato che mi ha molto stupito e che non possiamo ignorare: il 40% delle persone ha dichiarato di voler cambiare il proprio percorso professionale o di vita nei prossimi mesi e le aziende dovranno necessariamente adeguarsi a questo nuovo modo di vivere e lavorare.

Abbiamo provato, quindi, a chiedere a sei top manager di importantissime realtà, nazionali e internazionali, di raccontarci quanto siano state importanti in questo scenario alcune delle loro competenze che, messe a fattor comune, hanno portato le loro aziende verso successi organizzativi ed economici. Abbiamo poi approfondito quanto ciò che da loro è stato appreso ed allenato in azienda sia facilmente trasponibile nella propria vita personale, in questo caso andando ad indagare il lato sportivo, poiché tutti e sei i manager praticano con passione diverse discipline».

Leggi l’articolo completo su Economy Magazine!

Leggi anche: 

Flessibilità e benefit nel post Covid

Nuove opportunità di lavoro con lo stop al gas russo: ecco perché

Mercato del lavoro: occupazione Italia ai massimi. Joelle Gallesi a Sky TG24 Business

→ ll blog di Hunters Group: news dal mercato, consigli sul lavoro, notizie sulla vita aziendale 

FANNO PARTE DI HUNTERS GROUP

© 2022 Hunters Group S.r.l. | Via Giovanni Boccaccio, 29 – 20123 Milano | [email protected] | T: +39 02 2951 1023 | C.F. / P.I. 03287420610 | Aut. Min. Lav. 13/I/0013737 | REA MI 1871137 | Credits by Bryan