CONDIVIDI
03 Maggio 2021

Reinventare l’azienda con organizzazione e flessibilità: il modello 6V per uscire dalla crisi

Il modello delle 6V per il dopo pandemia in un mondo in continua evoluzione: Volumi, Velocità, Varietà, Veridicità, Variabilità e Valore

a cura di Lorenzo Nicolao

Contesto di crisi

Non importa quale sia la dimensione dell’azienda, in quale settore operi o a che punto sia la sua digital transformation. Il Covid-19 e la crisi economica che ne è scaturita hanno cambiato completamente il contesto lavorativo nel quale le imprese si sono trovate costrette a portare avanti il business negli ultimi anni. La gestione della contrazione del mercato e la nuova realtà in regime di lockdown non dovrebbero però aver solo provocato lo “smart working”, ma anche uno “smart management”. Con questo presupposto Hunters Group, società che opera da tempo nell’ambito della ricerca e della selezione di personale altamente qualificato, ha elaborato un modello organizzativo di 6V con le mosse giuste per uscire dalla crisi nell’attuale contesto storico, facendo leva sulle caratteristiche della nuova dimensione del mondo del lavoro nel 2021.

Volumi

Per quanto si parli di industria 4.0 e digitale, la base del business di qualsiasi azienda dipenderà sempre dai volumi dei prodotti e dei servizi venduti e offerti. Se la crisi ha in un certo senso limitato le vendite o il numero di clienti, occorre riflettere su questo per adattare il proprio processo produttivo al cambiamento, magari investendo più sulla qualità invece che sulla quantità oppure sull’investire maggiormente su quei settori o linee di prodotti che meno hanno risentito dei cambiamenti dovuti alla pandemia di Covid-19 o magari che ne potrebbero giovare.

Velocità

“Resilienza” è una parola della quale si è forse abusato in questi mesi, ma di certo se ne può trarre un insegnamento utile per i manager. La capacità di reagire di fronte agli stimoli, in questo caso anche negativi, è fondamentale per poter salvaguardare i propri bilanci. Essere sul pezzo e cambiare di fronte alle nuove tendenze di mercato permette non solo di tutelarsi a fronte di possibili perdite, ma anche di battere sul tempo la concorrenza.

Varietà

Joelle Gallesi, Managing Director di Hunters Group, ha spiegato per questo modello organizzativo quanto sia importante effettuare un ripensamento all’interno delle aziende. Il nuovo contesto lavorativo ha infatti posto dei problemi a causa della pandemia, ma ha anche aperto ventagli di nuove soluzioni, prime fra tutte quelle offerte dalla tecnologia. Le competenze tecniche rimarranno comunque la base principale, ma ad esse si sono aggiunte tante competenze soft, che sfruttano non solo i nuovi strumenti, ma permettono anche di adattarsi meglio al contesto.

Veridicità

Elemento impensabile se si vogliono creare relazioni professionali di valore e che possano dare un vantaggio sostanziale a quella che è la formazione e il consolidamento del proprio brand. Senza una comunicazione precisa e trasparente, creando e mantenendo la fiducia attraverso la trasparenza, non si può certamente sperare che i clienti credano nella mission di una qualsiasi impresa. Solo così gli effetti morali potranno avere una ripercussione concreta anche sul mercato.

Variabilità

In buona parte era già contenuta in tutte le alte V precedentemente presentate. Di fronte a tante variabili si può solo crescere accettando la natura di un mondo in costante mutamento, anche nel giro di poco tempo, e con il quale fare i conti con un business flessibile ed efficace di fronte a qualsiasi circostanza. Un buon manager si vede anche da questo e oggi lo strumento più efficace per intercettare le variabili di mercato e le nuove tendenze dei consumatori è certamente rappresentato dai big data. Tutti dispongono potenzialmente di tante risorse in più per leggere gli eventi rispetto al passato, perché non sfruttarle?

Valore

La capacità di interpretare i dati si traduce in informazioni valide per indirizzare l’attività, un valore del quale non si può fare a meno e che rimane legato alla tecnologia. Oggi questo aspetto risulta fra le caratteristiche più richieste sul mercato del lavoro, proprio per l’opportunità di far confluire le opportunità derivate dal digitale verso quelle che sono le necessità dell’azienda, una qualsiasi azienda per un numero di settori al momento non quantificabile. Il valore passa dal nuovo paradigma stesso e da quanto il team riesce a trasmettere, anche attraverso la comunicazione, un comportamento innovativo sul mercato, che la renda in un certo senso diversa da tutti i competitor. La sostenibilità è per esempio uno degli elementi più richiesti, con i quali si potrebbe bene affrontare il momento, ma come il gruppo delle imprese interessate aumenterà, sarà necessario andare anche oltre, creando appunto del nuovo valore grazie ai suddetti mezzi.

 

→ Leggi l’articolo su Il Corriere della Sera

 

Leggi anche:

I consigli. Ecco come ridurre lo stress da riunioni virtuali

Il change management passa anche attraverso il networking

Specialisti IT in fuga dalle metropoli boom in provincia dei lavori digitali

 

 

→ Il blog di Hunters Group: news dal mercato, consigli sul lavoro, notizie sulla vita aziendale

 

 

FANNO PARTE DI HUNTERS GROUP

© 2018 Hunters Group S.r.l. | Via Giovanni Boccaccio, 29 – 20123 Milano | [email protected] | T: +39 02 2951 1023 | C.F. / P.I. 03287420610 | Aut. Min. Lav. 13/I/0013737 | REA MI 1871137 | Credits by Bryan