CONDIVIDI
16 Marzo 2020

Sale nel 2019 l’indicatore donne e ingegneria al lavoro

La strada da percorrere è lunga: sono ancora poche le donne iscritte all’albo degli ingegneri o alla facoltà di ingegneria.

Nel 2019 sale del 15% (+3% rispetto agli anni precedenti) l’indicatore donne e ingegneria al lavoro. Rimane tuttavia molto basso il numero delle donne iscritte all’albo professionale degli ingegneri in Italia, così come il dato sulle studentesse iscritte alle facoltà di ingegneria a livello europeo.

“In Italia – dichiara Joelle Gallesi, General Manager di Hunters Group, società di ricerca e selezione di personale altamente qualificato – è in progressivo aumento, ma la strada da percorrere è ancora abbastanza lunga. Perché? Io penso che una parte della responsabilità sia da attribuire a pregiudizi che, ancora oggi, dipingono i settori tecnici come freddi, impersonali, scarsamente creativi e quasi esclusivamente di appannaggio maschile. È, quindi, indispensabile cambiare completamente il punto di vista e iniziare a guardare le materie STEM non soltanto come numeri e grafici, ma come strumenti anche innovativi e capaci di risolvere problemi anche molto complessi.”

Un pregiudizio che, inevitabilmente, porta anche le studentesse più interessate a questo mondo lontano dai percorsi STEM.

(…continua su BitMAT)

FANNO PARTE DI HUNTERS GROUP

© 2018 Hunters Group S.r.l. | Via Giovanni Boccaccio, 29 – 20123 Milano | [email protected] | T: +39 02 2951 1023 | C.F. / P.I. 03287420610 | Aut. Min. Lav. 13/I/0013737 | REA MI 1871137 | Credits by Bryan