CONDIVIDI
02 Novembre 2021

A caccia di Project Manager

ENTRO IL 2027 LA DOMANDA DI PROJECT MANAGER QUALIFICATI DA PARTE
DELLE AZIENDE CRESCERÀ DEL 33%, CREANDO CIRCA 22 MILIONI DI NUOVI POSTI
DI LAVORO IN TUTTO IL MONDO. LA RICERCA DI QUESTE FIGURE È DECISAMENTE
GETTONATA NEL MONDO DELLE RINNOVABILI

Secondo una ricerca condotta dal Project Management Institute (la più autorevole associazione di settore a livello internazionale) entro il 2027 la domanda di project manager qualificati da parte delle aziende crescerà del 33%, creando circa 22 milioni di nuovi posti di lavoro in tutto il mondo.

Hunters Group, società di head hunting e recruitment internazionale, ha approfondito gli aspetti salienti di questo profilo, delineandone le caratteristiche maggiormente richieste.

Quella del project manager, dunque, è una delle figure professionali più gettonate per il futuro in diversi settori project-oriented, molto attuale in quello delle rinnovabili. Al ruolo viene infatti affidata la responsabilità dell’organizzazione e della programmazione di uno o più specifici progetti.
In sintesi, il project manager si occupa della gestione di un progetto in ogni sua fase: dalla valutazione alla pianificazione, dalla realizzazione al controllo. È, quindi, responsabile della scelta del team di lavoro, del suo monitoraggio, della gestione del piano finanziario e dell’individuazione dei rischi, in modo da garantire il raggiungimento dell’obiettivo nel tempo stabilito. Dovendosi occupare della gestione di un progetto in tutte le sue fasi, al project manager vengono richieste competenze interdisciplinari non solo tecniche, ma anche metodologiche ed organizzative.

I requisiti richiesti possono variare sulla base degli annunci di lavoro ma, solitamente, le skill desiderate sono le seguenti:

• Capacità di problem solving;
• Qualità di leadership;
• Buone capacità di definire le priorità ed agire su più fronti;
• Conoscenza della lingua inglese (preferibilmente anche di un’altra lingua straniera);
• Disponibilità a trasferte.

In alcuni casi è richiesto anche il possesso di un attestato, il “Project Management Professional” (PMP), riservato ai professionisti del settore.

Nel settore delle energie rinnovabili, la figura del project manager assume dei contorni molto specifici, essendo caratterizzata dal alcune competenze specifiche richieste:

1. Supporto nell’identificazione e nella valutazione di nuove opportunità di sviluppo collaborando con il team di business development;
2. Coordinamento di un team di progetto;
3. Supervisione delle attività di progettazione elettrica, civile e delle attività propedeutiche al design di progetto;
4. Coordinamento con il site management;
5. Monitoraggio dell’avanzamento dei SAL e delle marginalità di commesse.

Il project manager può lavorare sia come freelance sia all’interno delle aziende, guadagnando
uno stipendio lordo annuo che, attualmente, va dai 60mila ai 120mila euro.

 

 Leggi l’articolo completo su SolareB2B     oppure    leggi altre news di Solare B2B!

 

Leggi anche:

Green Job sempre più richiesti. Intervista a Joelle Gallesi

Smart working per smart Energy Companies: quale sarà il futuro del lavoro green?

Aumentano le richieste di figure in ambito Blue Economy

 

→ Il blog di Hunters Group: news dal mercato, consigli sul lavoro, notizie sulla vita aziendale

FANNO PARTE DI HUNTERS GROUP

© 2018 Hunters Group S.r.l. | Via Giovanni Boccaccio, 29 – 20123 Milano | [email protected] | T: +39 02 2951 1023 | C.F. / P.I. 03287420610 | Aut. Min. Lav. 13/I/0013737 | REA MI 1871137 | Credits by Bryan