CONDIVIDI
09 Marzo 2022

Gender Pay Gap: Silvia Movio (Hunters) ne parla a ADNKronos

Sono le più brave, hanno i voti migliori, finiscono il corso di studi prima, ma hanno maggiori difficoltà a trovare lavoro, a fare carriera e ad avere retribuzioni alte. È questo, in sintesi, il quadro dipinto da una recente indagine di AlmaLaurea sul gender gap. A cinque anni dal conseguimento della laurea, nel dettaglio, il tasso di occupazione femminile è all’86% rispetto al 92,4% degli uomini.

Ma il vero divario si vede all’interno della busta paga: in media 1.651 euro al mese contro i 1.374, una differenza di circa il 20%. Solo il 2,2% delle donne, inoltre, arriva, dopo un quinquennio dalla fine degli studi universitari, a ruoli di alto livello, imprenditoriale o dirigenziale, mentre per gli uomini l’incidenza quasi raddoppia (3,9%). Forse, però, qualcosa potrebbe cambiare.

Silvia Movio, director della divisione Tecnica di Hunters, brand di Hunters Group, racconta a ADNKronos come il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza potrebbe aiutare a colmare il gender gap e offre qualche consiglio su come chiedere un aumento di stipendio.

 

→ Guarda l’intevista su ADNKronos e scopri tutti i dettagli!

 

Leggi anche:

Delocalizzazione funzionale. Intervista a Joelle Gallesi

Blue economy e occupazione: prospettive per il 2021/2022

Il nuovo lusso è la sostenibilità: il 2022 è l’anno del Sustainability Manager

 

→ Il blog di Hunters Group: news dal mercato, consigli sul lavoro, notizie sulla vita aziendale

FANNO PARTE DI HUNTERS GROUP

© 2018 Hunters Group S.r.l. | Via Giovanni Boccaccio, 29 – 20123 Milano | [email protected] | T: +39 02 2951 1023 | C.F. / P.I. 03287420610 | Aut. Min. Lav. 13/I/0013737 | REA MI 1871137 | Credits by Bryan