CONDIVIDI
02 Gennaio 2021

Lavoro da remoto, scopri quali saranno le figure più ricercate del 2021

Il mondo del lavoro da remoto è molto cambiato per via della pandemia. Nuove figure professionali sono in ascesa, perciò non ci resta che scoprire quali saranno le mansioni più richieste nel 2021.

La pandemia non si è limitata a stravolgere completamente la nostra routine. Ha cambiato anche assetti e politiche aziendali, visto e considerato che le misure di contenimento del virus hanno imposto un uso più massiccio del lavoro da remoto. Lo smart working è così diventato una realtà ampiamente diffusa e, in quanto tale, ha innescato una serie di conseguenze.

La nascita di nuove professioni, ad esempio, tutte naturalmente legate a doppio filo al mondo digitale e alle nuove tecnologie che, sempre per via del Covid, abbiamo imparato a sfruttare e ad apprezzare. Proviamo a capire, allora, quali siano le figure più ricercate nel 2021 per lo smart working.

Secondo Hunters Group, leader in Italia nel settore delle risorse umane, le aziende avranno sempre più bisogno di protezione a livello informatico. Questo significa che la figura dell’addetto alla sicurezza digitale sarà molto richiesta e che, in questo ambito, le opportunità di lavoro si moltiplicheranno.

Lavoro da remoto: tutti i nuovi sbocchi

Coi negozi chiusi a causa dei Dpcm, nel 2020 gli e-commerce hanno fatturato come non mai. Servono sempre più professionisti, quindi, che sappiano destreggiarsi nel mondo delle vendite online. Ci sono grosse possibilità perciò che, da quest’anno, si possa lavorare come addetti alla gestione degli ordini, nei customer service e nell’ambito del controllo della sicurezza dei pagamenti virtuali. O, più in generale, come e-commerce addicted.

Anche il lavoro dell’insegnante digitale offre numerose prospettive. L’e-learning ha ormai preso piede in tutto il mondo e i coach o formatori online sono richiestissimi. Tra i job trends del 2021 spunta anche la figura del manager a distanza. Una figura che sia in grado, cioè, di gestire il proprio team, anche senza contatto diretto, e di far sì che gli obiettivi aziendali vengano puntualmente raggiunti.

Ci sarà un boom di richieste, presumibilmente, anche per gli interior designer. Le norme relative al distanziamento sociale impongono il ripensamento degli spazi interni nelle grosse aziende, nelle attività commerciali e negli uffici pubblici, ragion per cui avranno un ruolo chiave e il lavoro assicurato.

 

 

→ Leggi l’articolo su Ilveggente.it

 

Leggi anche:

Remote working; per lavorare da casa servono nuove skill

Super Bonus 110%: un traino per aziende e ricerche professionali

Lavoro post Covid-19: ecco perché le aziende puntano più sui profili junior

 

→ Il blog di Hunters Group: news dal mercato, consigli sul lavoro, notizie sulla vita aziendale

 

FANNO PARTE DI HUNTERS GROUP

© 2018 Hunters Group S.r.l. | Via Giovanni Boccaccio, 29 – 20123 Milano | [email protected] | T: +39 02 2951 1023 | C.F. / P.I. 03287420610 | Aut. Min. Lav. 13/I/0013737 | REA MI 1871137 | Credits by Bryan