CONDIVIDI
01 Dicembre 2020

Professionalità da spendere nel settore energetico

Con le “rinnovabili” occasioni al business development o alla direzione tecnica.

Uno dei settori di più di altri ha sempre necessità di individuare candidature di figure professionali da fuori segmento è quello delle energie rinnovabili. Necessità dovuta in prima battuta negli anni 2000, data la carenza di profili con competenze specifiche maturate nel settore, e in seconda battuta a partire dalla ripresa del mercato del 2018, che aveva visto l’allontanamento di molti professionisti operanti in ambito rinnovabili dal settore stesso a valle della crisi che lo aveva colpito dal 2012.

Hunters Group – società internazionale operante nella ricerca e selezione in ambito Engineering & Energy- ha realizzato un’analisi delle figure principali richieste dal settore in questi ultimi mesi. Ecco quindi le maggiori opportunità in questo settore.

Procurement: le ricerche in ambito procurement – trattandosi di una direzione nuova per il settore rinnovabili – vengono spesso effettuate attraverso head hunting. Uno dei settori dai quali nel 70% dei casi si indentifica la candidatura corretta è quello dell’ oil & gas. Pur avendo i prodotti in acquisto caratteristiche molto diverse, le competenze di purchasing di un procurement manager sono molto trasversali e applicabili senza troppe difficoltà anche al settore delle energie rinnovabili.

 

(… continua su La Sicilia)

 

 

 

Leggi anche:

Lavoro: il settore Energy non conosce crisi 

Master: come fare la scelta giusta?

La trasversalità delle figure nel settore delle rinnovabili 

 

→ Il blog di Hunters Group: news dal mercato, consigli sul lavoro, notizie sulla vita aziendale

 

FANNO PARTE DI HUNTERS GROUP

© 2018 Hunters Group S.r.l. | Via Giovanni Boccaccio, 29 – 20123 Milano | [email protected] | T: +39 02 2951 1023 | C.F. / P.I. 03287420610 | Aut. Min. Lav. 13/I/0013737 | REA MI 1871137 | Credits by Bryan