CONDIVIDI
14 Febbraio 2022

Settore It. Crescono le richieste di professionisti

A cura di Maurizio Carucci

Le aziende cercano esperti cloud, mobile developer, responsabili della cyber sicurezza e influencer marketing specialist. Numerosi master e corsi

Il settore It è in costante fermento ed evoluzione. L’indagine mensile di Unioncamere sui fabbisogni professionali delle imprese indica che le aziende prevedono nel solo periodo tra gennaio e marzo 23.500 inserimenti di sviluppatori, considerati difficili da realizzare nel 68% dei casi a causa di mancanza di personale con le giuste competenze o preparazione inadeguata.

Secondo Hunters Group, società di ricerca e selezione di personale altamente qualificato, le richieste di professionisti in questo ambito sono cresciute, negli ultimi 12 mesi, del 60%. In ambito cloud si concentra la maggior parte delle richieste: le aziende cercano figure più vicine al mondo software rispetto all’infrastruttura, ma è fondamentale che siano sempre aggiornate rispetto alle nuove tecnologie. Per loro la caccia è senza regole e la retribuzione a volte senza limiti, con i “colossi” disposti a tutto per portarsi a bordo i migliori talenti.

Poiché le app condizionano la nostra vita, non stupisce inoltre la sfrenata corsa ai mobile developer. Che sia Ios o Android cambia poco: difficile trovare anche figure junior a buon mercato. Molto attiva nello sfornare questo tipo di profili è la piazza di Napoli, dove si trova una Academy. In questa area il mercato del lavoro è iperattivo, con stipendi che ormai raggiungono quelli di Milano, che storicamente è la città con i salari più generosi d’Italia.

Non mancano, poi, le opportunità per chi opera nel ramo della cyber security, la cui domanda di professionisti è direttamente proporzionale ai crescenti attacchi informatici. Molto competitivo il mondo dei consulenti, con retribuzioni che superano i 40mila-50mila euro lordi, anche per chi ha pochi anni d’esperienza, e addirittura i 100mila euro per i super esperti.

Anche all’interno dell’ambito digital c’è parecchio fermento: tutte le figure che fanno da tramite tra le vendite e i consumatori (anche sui social) sono molto richiesti. Un influencer marketing specialist, per esempio, può guadagnare tra i 30mila e i 40mila euro lordi all’anno, che salgono a 50mila e oltre per i manager.

 

→ Leggi l’articolo completo su Avvenire!

 

Leggi anche:

Delocalizzazione funzionale. Intervista a Joelle Gallesi

Blue economy e occupazione: prospettive per il 2021/2022

Il nuovo lusso è la sostenibilità: il 2022 è l’anno del Sustainability Manager

 

→ Il blog di Hunters Group: news dal mercato, consigli sul lavoro, notizie sulla vita aziendale

FANNO PARTE DI HUNTERS GROUP

© 2022 Hunters Group S.r.l. | Via Giovanni Boccaccio, 29 – 20123 Milano | [email protected] | T: +39 02 2951 1023 | C.F. / P.I. 03287420610 | Aut. Min. Lav. 13/I/0013737 | REA MI 1871137 | Credits by Bryan